18 Dicembre 2017

La Teoria degli Estremi

17-10-2013 23:45 - Pensieri e riflessioni sul mondo del volley...
Ad onor del vero, non so se sia corretto o meno chiamarla teoria.
Forse sarebbe più giusto identificarla come una metodologia di insegnamento. Si, perché si concretizza in un vera e propria "applicazione pratica in fase di correzione dell´errore." Credo di non sbagliare se affermo con una certa tranquillità che "allenamento significhi lavorare per migliorare".

E credo valga in qualunque disciplina, a qualunque livello.


Che sia un allenatore che cerca di insegnare, o un atleta che tenta di migliorarsi, in entrambi i casi, la metodologia utilizzata è un qualcosa di molto soggettivo, difficile da racchiudere all´interno di uno schema. Ciò nonostante, un modus operandi, un metodo piuttosto che un altro o semplicemente un consiglio, potrebbe risultare molto utile ai fini del risultato. Ed allora vi chiedo: "Quante volte ci è capitato di dover correggere un errore tecnico piuttosto che un movimento sbagliato, anche fosse solo uno spostamento o un aspetto puramente tattico? E quante altre non siamo riusciti ad ottenere risultati con il dubbio di non esserci spiegati o di non essere compresi?"
In entrambi i casi, qualunque sia il problema e la relativa causa, dobbiamo trovare una soluzione. Ed è quello che ho fatto per tanti anni e, pur di ottenere risultato, mi sono inventato l´impossibile.

Tra i vari tentativi, ho ottenuto e continuo ad ottenere risultati applicando la mia " teoria degli estremi". A fronte di un errore cioè, qualunque esso sia, chiedo al mio atleta di turno, di cercare di sbagliare in senso opposto, di fare volutamente l´errore contrario, estremizzando.

Più difficile a dirsi che a farsi ma...vediamo qualche esempio pratico:
"Hai attaccato a rete? Tira fuori, sul muro della palestra..."
"Hai colpito la palla troppo dietro? Colpiscila talmente avanti da schiacciartela sui piedi..."
"Stai palleggiando una palla troppo corta? Alzane una talmente lunga che devi colpire la parete ..."
"Al servizio, lanci la palla troppo bassa? Lanciala talmente alta che devi riuscire a toccare il soffitto..."
Di esempi ce ne sarebbero un´infinità. In teoria tanti quanti potrebbero essere gli errori che un atleta o un allenatore riesce a vedere anche se poi, in pratica, è comunque sbagliato pensare di poter correggere tutto e tutti... ma questo è un altro discorso.

Mi preme invece che passi il concetto secondo il quale, conoscendo i due estremi, raggiungendo i limiti opposti di un gesto o di una particolare situazione tecnico tattica, viene facilitata la percezione motoria e sensoriale di quella che dovrebbe essere la miglior soluzione.

Più semplicemente, occorre fare un deciso passo verso l´altro estremo dell´errore, solitamente ignoto in questi casi, per aprirsi un ventaglio di soluzioni, per riuscire a "sentire" tutte le "sfumature" contenute all´interno di quell´intervallo.

In un certo senso, è come se, conoscendo i due limiti, incrementassimo il nostro bagaglio di conoscenze mettendoci a disposizione un potenziale infinito di soluzioni pronte all´occorrenza.

Volendo fare esempi ed analogie, è un po´ come andare in macchina. Per poter capire cosa significhi andare piano, dovremmo provare, almeno una volta, ad andare veloce ed andando veloce, siamo costretti a provare tutte le velocità intermedie che si incontrano. Con un po´ di esperienza poi, potremmo essere in grado di dosare acceleratore e freno in funzione del tipo di strada che incontreremo lungo il nostro percorso.

Come se non bastasse, per esperienza vi dico che se ad un potenziale guidatore, che è sempre andato piano, chiedete di accelerare all´improvviso, di spingere la macchina al massimo, non lo farà subito e non lo farà fino in fondo. L´ignoto fa paura e vedrete che cercherà una progressione, procedendo con cautela. Spesso e volentieri, questa gradualità porta direttamente alla velocità ideale.
Nella pallavolo, è la stessa cosa.


"Come nella vita, così nello sport...Prima di correre bisogna imparare a camminare"

Buon lavoro
video
La teoria degli estremi...

Area privata

L´esperto risponde...

Hai un qualsiasi dubbio? Contattami...

[]

Ipse Dixit


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]